non ti devi lasciare andare

quanto mi soffocano le cattive abitudini, e voglio considerare la depressione una cattiva abitudine, non mi devo arrendere, non mi devo arrendere

non può vincere il desiderio di buttarmi a letto quando non provo gioia nella vita,

 

quando continuo a sentirmi sbagliata e diversa, quando non sto bene

 

 

Annunci

immagina un mondo

riusciresti a trovarti finalmente bene anche in quello ?

io mi chiedo,

ma che cosa andavo trovando dalla vita ?

Questa è la mia storia

Ho 24 anni, 24 anni anni vissuti con la paura di vivere, paura di fallire, di essere derisa, di vivere una vita che mi sapeva dare solo tanta tristezza.

Io so di essere cresciuta con una grave mancanza che è  la voglia di vivere, e non è stato nemmeno tanto facile maturare questa consapevolezza quando per te la normalità è passare dal letto al pc.
La mancanza d’esperienza  ti si aggrappa ad un piede e la pigrizia all’altro e fai un sacco di fatica a muoverti tra un’uscita di casa ed un semplice alzarsi dal letto la mattina, fai che non  sia un pomeriggio che sarebbe già un brutto segno.

La mia mente schizza via anche solo per lo scrivere di queste due righe, il presente è un problema  da cui scappare.

-quanto veloce voglio correre via, quanto il mio corpo ha dato la forma a letti e loculi-

Prendi questo pensiero, prendi questo presente e fissalo nel posto in cui sei adesso, immaginalo qui, tiragli la coda se tenta di scappare via, tienilo con tutte le tue forze perchè non deve andare via, le direzioni sono tante e tu fai così tanto in fretta a perderti e stancarti.

Non fai prima a tenerlo con te tra le braccia o anche solo tenerlo per mano, fare un po’ di strada insieme e poi lasciarsi come la corolla allo stello quando non è più primavera.

Non correre per scappare via, corri per avvicinarti alla vita,corri per te, per la tua felicità 🙂

E queste righe le sto scrivendo per me,perchè un giorno le leggerò e mi ricorderò che sono rimasta seduta a scrivere a completare questa cosa, e non sarà la cameretta da pulire necessariamente quando si ha un sacco di studio accumulato, non lo sarà.
Sarà un inizio, perchè io le cose belle le tengo e me le voglio tenere e voglio esserne felice.
Voglio farmi il futuro che desidero e la devo smettere di pensare per repulsione.

OGGI SARA’ DIVERSO PERCHE’ SMETTERO’ DI CHIUDERMI PER PAURA,E DI AUTOCOMMISERARMI PER PAURA, OGGI FAR0′ LE COSE CON PASSIONE, PERCHE’ NON CI SARA’ PIU’ NESSUNO CHE POTRA’ STRINGERMI I POLSI E COTRINGERMI,OGGI NON CI SARA’! E GIOCHERO’ QUANDO NE AVRO’ VOGLIA SENZA SVENDERMI.

giorno 1 quindi, il passato è passato e non ritornerà.
Sono venuta al mondo oggi,

Mondo che cosa hai da offrirmi ?

 

domani comprerò un quaderno dove scriverò le cose che voglio fare giornalmente, perchè sì ho bisogno di ricordarmi di quello che sto facendo,
ho bisogno di non schizzare via dai miei obiettivi.

E scriverò anche qui

 

 

how can you stay outside?

 

[youtube\https://www.youtube.com/watch?v=5PpQjwrHWho\]

far far, there’s this little girl
she was praying for something to happen to her
everyday she writes words and more words
just to spit out the thoughts that keep floating inside
and she’s strong when the dreams come cos’ they
take her, cover her, they are all over
the reality looks far now, but don’t go

How can you stay outside?
there’s a beautiful mess inside

Far far, there’s this little girl
she was praying for something good to happen to her
from time to time there are colors and shapes
dazzling her eyes, tickling her hands
they invent her a new world with
oil skies and aquarelle rivers
but don’t you run away already
please don’t go oh oh

dedicato a chi ha perso un pò la strada che porta a mete più lontane dalla nostro tatto, a chi viaggia senza spostarsi restando in se stessi

dedicato

cervello unidirezionato

[youtube\http://www.youtube.com/watch?v=AERxPywiXWo\]

 

mi rendo conto che il mio cervello ha poche sinapsi.

Nel tempo lungo in cui  mi sono lasciata andare allo stato ameboide o vaccamente pascolante per casa la percezione degli stimoli esterni si è ridotta a minimo, l’unico collegamento efficace sembra essere quello di posizionare iL chiappone celluiloIde davanti al pc, la mia droga. Lascio andare il cervello nella solita modalità a risparmio energentico e via le giornate intere che finiscono così.

Ovviamente sto cercando di recuperare, cerco di non farmi attirare dall’impulso costante di controllare fb , wp, fs, e altre cazzate del genere perchè mi rendo conto che queste cose sono solamente un modo per illudermi  di avere un controllo su qualche cosa. Non so se ci avete mai pensato, in testa a voi nasce un desiderio, l’idea per esempio di controllare pinco pallo che fine abbia fatto o che ciccimitocca abbia risposto ad un vostro commento quindi vi collegate, cliccate cliccate, leggete, rispondete e così per un momento ( anche se forse non ve ne rendete conto, però così deve essere almeno nel mio caso perchè sennò non si spiegerebbe tutto questo desiderio di social network) vi sentite appagati.

Il problema è che si tratta di una sensazione che dura secondi o forse minuti se avete scritto qualcosa di particolarmente arguto, poi si ritorna alla vita reale e ai progetti lasciati a metà, ora però chi ha la forza e la voglia di impegnarsi in una cosa così estenutante e di cui forse non si vedrà manco mezzo beneficio ? allora dai ritorniamo su internet qualcosa di interessanti sempre si trova.Così passano le ore, i giorni e nel mio caso gli anni.

Io voglio ricreare queste sinapsi, voglio avere un futuro fatto di carne ed ossa ( ennò non voglio andare a lavorare in una macelleria :P) voglio riuscire a superare la frustrazione che provo nello stare tra la gente e nelle cose, vorrei riuscire ad entrare nelle cose e prendervi parte serenamente ed attivamente. Voi come fate quando siete o siete stati un poco persi ?

 

buona giornata gente ^^