word(e)press.com

si comincia da una bambina tormentata fin dalla nascita

si continua con una ragazza instabile e con continue tendenze suicide

si finisce o con un suicidio o ad essere una vecchia con marcate rughe d’espressione sul viso.

 

 anche se parlo molte volte del suicidio state sicuri che mai lo farò perchè ho molto rispetto di mia mamma e mai potrei farle volontariamente così tanto male. Il mio suicidio è quello lento di ogni giorno trascorso aspettando lo scorrere delle ore, delle mattine passate a dormire e le nottate passate con le lacrime agli occhi.

Si, è l’autocommiserarsi di una che non sa cercare piacere, di una che si è chiusa così tanto da passare le giornate nella sua testa.
Tormentata e nevrotica, che odia se stessa le persone, i moralismi e i luoghi comuni,

Posso mai essermi fusa con idee del tipo che non ne vale la pena ? che si è poca roba?
ma per favore

quanto posso e possiamo essere Artax?

[youtube\http://www.youtube.com/watch?v=AgzBUi35u-o\]

 io almeno fino al collo!

😛

il passo successivo sarebbe  quello di affondare per e fino a morire come artax.. ma uno che cosa ci guadagna a lasciarsi andare così ? ben poco,

immobile paura

 su su ragazzi tiriamoci su!

buona giornata C:

 

 

 

odi? pensieri a sonagli

[youtube\http://www.youtube.com/watch?v=42E0SENUBH8\]

 

con il tempo di oggi ed il resto del clima che si porta dietro mi viene sempre in mente questo d’Annunzio,

una foglia inzuppata tra le altre foglie,

 

ma quante cose belle ci sono al mondo? una, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento…

sto quasi per entrare in paranoia perchè a giorni supererò di un pò i venti, 
                                                                                                             mi sento vecchia ma non grande

mmph la vita che cos’è? una corsa dove si cerca di vedere il più possibile o una passeggiata ?la vita, una passeggiata ? sese xd

a questo punto c’era tutto un discorso su quanto fossi solo un’altra persona nata in questo mondo, su quanto certe cose orribili continueranno ad esserci e quanto inutili siamo che potrebbero farci tranquillamente un intera puntata di mistero più un continuo su pomeriggio 5,

uno che si mette a fare sti discorsi a prima mattina normale non è anche perchè poi comincia il senso di vuoto interiore ( eccolo mi sta venendo) seguito da tutta una serie di pensieri disfunsionali che culminano poi con un pianto, una stravaccata sul letto ed un lungo sonno fino al mattino, mattino in cui si spera che questi pensieri restino assopiti un pò più a lungo di te,

marò che botta di vita XD
 vesto coperte di codardia

ma di cosa mi lamento ? mi sento una che vive con metà corpo, una parte usata per saggiare il mondo l’altra invece per coprirsi le spalle e i sensi perchè non si sa mai che cosa brutta possa succedere da un momento all’altro.

Come se niente meritasse veramente di essere vissuto, ma che discorsi sono? tieniti il disagio che senti ora se vuoi continuare a pensarla così, tieniti i mille problemi che ti fai ogni volta che metti la testa fuori dalle coperte, tieniti la tua doppia vita quello che pensi e quello che pensi che possano pensare gli altri chissà poi loro cosa penserebbero se tu…. iuahsiudhah che groviglio

dai, sfido chiunque ad arrivare alla fine di questo soliloquio, sfido chiunque a vivere perennemente co questi discorsi, tu non ce la fai figurati gli altri mpff

che paura -.-”

[youtube\http://www.youtube.com/watch?v=KTTg8VfFCRk\]

 

 

 

far finta di essere sani

[youtube\http://www.youtube.com/watch?v=29MQ4kVbCgw&noredirect=1/]

 

questa canzone racchiude tutta la mia insofferenza,

non sopporto niente, lo odio, non mi trovo bene con il mondo, non ne trovo il senso ( il senso dovrei trovarlo da sola lo so), non riesco a trovare un modo per stare bene,

l’ansia maledetta ansia, non mi fido di me,

sento che le cose che faccio vadano mediamente a male, è solo un colpo di fortuna se riescono bene

ogni volta che faccio qualcosa è come lanciare una pallina di gomma contro un muro e sperare, dopo decine di rimbalzi, che questa vada  nel punto giusto…

la pigrizia, essere disinteressati, volere la vita, ma quando mai

tendere così tanto alla distruzione, scappare dalle relazioni,la paura , credere che nulla sia importante,

vivere una vita dai contorni sfumati, ma dove ?

la lagna ( ci vorrebbe solo un “sa” e sarebbe tutto perfetto)

 

:s